Ricerca per:

Vinto il finanziamento regionale per il progetto “INTEGRAzioni”


Per dare continuità al progetto O.P.E.N. realizzato con i finanziamenti del bando Comunità Solidali 2019 finanziato dalla Regione Lazio e conclusosi lo scorso 31 gennaio, l’Associazione Battiti rafforzerà e amplierà alcune aree attraverso il nuovo progetto “INTEGRAzioni”, avendo vinto anche per quest’anno il finanziamento regionale del bando Comunità Solidali 2020.

Il progetto INTEGRAzioni per l’empowerment femminile verrà svolto in partenariato con l’Associazione Differenza Donna, a cui è affidato il compito di supervisionare le attività dell’intero progetto.

Maggiori informazioni

SI CONCLUDE IL PROGETTO O.P.E.N. DELL’ASSOCIAZIONE BATTITI. BILANCIO POSITIVO, ORA AVANTI CON ALTRI PROGETTI CONTRO LA VIOLENZA MASCHILE SULLE DONNE.


11 febbraio 2022

Lo scorso 31 gennaio si è concluso il progetto O.P.E.N. dell’Associazione Battiti finanziato dalla Regione Lazio. E’ tempo quindi di trarre un bilancio delle sue attività e dei risultati del progetto.

Alla fine dell’anno 2021, sicuramente, l’Associazione Battiti ha perseguito lo scopo che si è preposta, ovvero quello di “realizzare progetti di solidarietà sociale quali l’attuazione di iniziative socio-educative e progetti finalizzati al contrasto della violenza di genere”. 

Le iniziative del progetto sono state tante: video-tutorial sulla lingua e la cultura italiana rivolti a donne straniere, che nello specifico indicavano come fare dei documenti; come iscrivere i figli in ludoteca; come trovare un alloggio; e soprattutto come chiedere aiuto in caso di violenza, rivolgendosi al numero di emergenza nazionale 1522. I video sono stati pubblicati anche sul canale YouTube dell’associazione e diffusi sulla sua pagina Facebook. Essi continueranno a essere diffusi per tutto l’anno 2022 e anche successivamente. 

Maggiori informazioni

VOGLIAMO ESSERE, CON I NOSTRI FIGLI E LE NOSTRE FIGLIE, LIBERE DALLA VIOLENZA!


18 novembre 2021

L’invito al 25 novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne, ancora più accorato dopo l’omicidio di Matias

Proprio nelle ore in cui stavamo organizzando il nostro evento per il prossimo 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne, siamo state terribilmente scosse dalla notizia dell’omicidio di Matias, per cui ci rivolgiamo a tutte e tutti voi in modo ancora più accorato.

Matias è stato ucciso da un uomo violento, che maltrattava il figlio e la moglie già da tempo. La nostra lettura ha a che fare con il nostro lavoro di centro antiviolenza, ed è l’unica lettura che crediamo sia possibile. Si tratta di violenza maschile domestica, di un omicidio che è la punta dell’iceberg di maltrattamenti familiari ripetuti sulla donna e su suo figlio. Si tratta di violenza maschile contro le donne e i loro bambini e bambine, considerati come proprietà da un uomo che non accetta la separazione da qualcosa che ritiene “suo”.

Maggiori informazioni

Femminicidio Castel Sant’Elia, dobbiamo impegnarci di più


27 settembre 2021

Il femminicidio di Castel San’Elia avvenuto questo fine settimana ci spezza il cuore ma non ci lascia sgomente.

Abbiamo piena consapevolezza della violenza sulle donne nel viterbese. Sia questo, che lo scorso fine settimana, il telefono di reperibilità del nostro centro antiviolenza, attivo h24, ha continuato a squillare e abbiamo trascorso, come avviene durante la settimana, il nostro tempo ad accompagnare le donne fuori dalle loro storie di violenza, operando spesso in emergenza.

Maggiori informazioni

ELEZIONI VETRALLA: BATTITI CHIEDE UN INCONTRO AI CANDIDATI SINDACI SUL CONTRASTO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE


8 settembre 2021

Ormai da oltre 5 anni l’Associazione Battiti opera nel contrasto alla violenza sulle donne. Dal 2018 gestisce la Casa delle Donne di Vetralla, luogo di cultura al femminile, sede di iniziative per la promozione delle pari opportunità.

Battiti ha accolto oltre 60 donne in difficoltà e vittime di violenza provenienti da tutta la provincia di Viterbo, giunte qui sia autonomamente, sia su indicazione dei Servizi Sociali o delle Forze dell’Ordine. Per far fronte all’aumento di richieste, anche durante la pandemia da Coronavirus, Battiti ha costituito un vero e proprio centro antiviolenza, il Centro Antiviolenza Battiti. 

Maggiori informazioni

Battiti e centro antiviolenza di Vetralla per le donne e le bambine afghane


18 agosto 2021

Quello che è successo in Afghanistan ci sconvolge e preoccupa, soprattutto per le donne. E’ chiaro, come apparso sui quotidiani e nei social, come le donne siano le prime vittime del governo talebano e maschilista, la cui foto presentata a livello mondiale dal nuovo governo rende l’idea di tutta l’oscenità di misure patriarcali e violente. Bisogna fare qualcosa di concreto. 

Maggiori informazioni

Fatti sentire. Il CD contro la violenza promosso dalle Avvocate


13 luglio 2021

É uscito il CD FATTI SENTIRE, un cd musicale patrocinato dall’Ordine degli Avvocati di Roma, di Civitavecchia, di Viterbo e di Velletri, con le canzoni cantate dalle stesse avvocate! I proventi della vendita del CD andranno donati all’Associazione Battiti. Battiti opera nel contrasto alla violenza maschile sulle donne nella provincia di Viterbo. Gestisce in questa stessa provincia un centro antiviolenza dove sono state accolte ad oggi oltre 60 donne vittime di violenza con i loro figli e le loro figlie.

Maggiori informazioni

Battiti promuove il corso di formazione di Differenza Donna


10 luglio 2021

L’Associazione Battiti promuove il corso di formazione di Differenza Donna. E’ fondamentale per noi che aumentino le competenze di chi si occupa di violenza sulle donne nella provincia di Viterbo. Il corso per diventare operatrici di centri antiviolenza di Differenza Donna è un corso strutturato appositamente per lavorare nei centri antiviolenza, con gli strumenti adeguati ad accogliere le donne ed i loro bambini/e. Crediamo che seguirlo sia un’opportunità per collaborare, oltre che con Differenza Donna, anche con Battiti e sostenere sempre più donne nel nostro territorio.

Maggiori informazioni

E’ stato stupro… ma la pena non è commisurata al fatto


22 maggio 2021

Si è chiuso ieri il processo a carico dei due ex militanti di CasaPound che nella notte tra l’11 ed il 12 aprile del 2019, all’interno di un locale di Viterbo, hanno stuprato una ragazza del nostro territorio. Non paghi della violenza che stavano mettendo in atto, i due stupratori avevano girato alcuni video col proprio cellulare, poi inviati in una chat con altri amici: immagini definite ‘agghiaccianti’ dagli stessi inquirenti che hanno dovuto visionarle.

Maggiori informazioni