Battiti e centro antiviolenza di Vetralla per le donne e le bambine afghane


18 agosto 2021

Quello che è successo in Afghanistan ci sconvolge e preoccupa, soprattutto per le donne. E’ chiaro, come apparso sui quotidiani e nei social, come le donne siano le prime vittime del governo talebano e maschilista, la cui foto presentata a livello mondiale dal nuovo governo rende l’idea di tutta l’oscenità di misure patriarcali e violente. Bisogna fare qualcosa di concreto. 


Ci uniamo all’appello della Casa Internazionale delle donne perché per noi é urgente che si lavori alla realizzazione di corridoi umanitari sicuri per chi scappa dall’Afghanistan ed una protezione fondamentale delle donne affinché la loro voce non sia soppressa definitivamente. Il pensiero, le parole, delle donne afghane ci aiutano e sono fonte di coraggio contro la violenza, i sorrisi ed il futuro delle bambine afghane sono il nostro futuro.
Per questo l’Associazione Battiti si rende disponibile insieme alle altre associazioni che si stanno attivando e che vorranno fare rete, ad ospitare, appena possibile e sperando che riescano ad arrivare, donne afghane con i propri figli e le proprie figlie ed a raccogliere beni necessari per garantire loro di poter attraversare un momento di grande fatica e dolore con la più grande dignità possibile.